WhatsApp Chat
PROMO NATALE: SPEDIZIONE GRATIS OLTRE 39€
Carrello 0 Prodotto Prodotti (vuoto)

Non ci sono prodotti

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Vai al carrello

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 prodotti nel tuo carrello C'è 1 prodotto nel tuo carrello

Totale prodotti (tasse incl.)
Totale spese di spedizione (tasse incl.) To be determined
Totale (tasse incl.)
Continua lo shopping Procedi al checkout

ViVa Kids utilizza cookies propri e di terze parti per finalità tecniche, di analisi, statistica e di profilazione e remarketing. Maggiori informazioni e modalità di gestione delle tue preferenze sui cookies di terze parti sono disponibili al link Informativa sui Cookie. Cliccando sul pulsante "Accetto e Chiudi" o continuando a navigare su questo sito, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto e Chiudi
close

Marsupio Ergonomico: Standard, Toddler o Preschooler?

Marsupio Ergonomico: Standard, Toddler o Preschooler?

Quasi quotidianamente riceviamo richieste su quale taglia di marsupio scegliere, standard o toddler? C'è ancora molta confusione riguardo all'utilizzo dei marsupi e la possibilità di scegliere tra due taglie (o tre, se si considera anche il  preschooler) ne crea ancor di più.

Anche perché, diciamocelo, dal punto di vista del prezzo c'è davvero poca differenza tra lo standard e il toddler e spessissimo vige la convinzione che il toddler venga sfruttato più a lungo, per cui viene acquistato anche se il bambino è ancora troppo piccolo per esservi portato.


Partiamo dalla base

Le regole del babywearing le conoscete: un supporto ergonomico deve permettere al bambino di mantenere la posizione a M fisiologica, se portato davanti la sua testolina deve essere ad altezza bacio e la seduta deve sostenere le gambe del piccolo da cavo popliteo a cavo popliteo (sotto il ginocchio).


Le differenze tra le taglie

Nella scelta della taglia non ci si basa sul peso del bambino, ma sull'altezza.

Tralasciando le differenze nelle misure dei pannelli tra i vari brand, generalmente le taglie si suddividono in:

  • Standard: dai 4-5 mesi fino a circa i 18 mesi/2 anni o 80 cm di altezza
  • Toddler: dai 18 mesi ai 3-4 anni, ovvero dagli 80 cm fino a circa 98-100 cm
  • Preschooler: dopo i 3 anni, ovvero da circa 98-100 cm in su.


Gli aggiustabili

Un'ulteriore caratteristica di molti marsupi, come gli Isara, i Madame GooGoo e il modello LennyUp di LennyLamb che trovate su ViVa Kids, è quella di essere aggiustabili, sia nella seduta e nell'altezza del pannello.

I pannelli di questi marsupi seguono la crescita del bambino, pertanto alcuni produttori sostengono si possano utilizzare fin dalla nascita nella misura standard. Noi aggiungiamo che, se proprio volete impiegare lo standard dalla nascita, assicuratevi che il modello scelto lo permetta e che abbia un cappuccio o un pannello abbastanza regolabile da fare in modo che la testa del piccolo sia adeguatamente sostenuta. Se così non fosse, attendete i 4-5 mesi almeno per l'impiego del marsupio.

Aggiustabili sì, ma sempre ergonomici!

Perché ve lo diciamo? Perché molti acquistano un toddler aggiustabile per bimbi di 7-9 mesi alti appena 68-70 cm, nella convinzione di sfruttarlo più a lungo. Sicuramente c'è una parte di verità in questo: un marsupio aggiustabile permette di essere fruito più a lungo semplicemente perché permette il mantenimento della posizione a M dal minimo al massimo consentito, ma sempre tenendo d'occhio la taglia!

In altre parole, un toddler aggiustabile si usa alla regolazione minima solo ed esclusivamente a partire dagli 80 cm/18 mesi del piccolo per arrivare all'ampiezza massima intorno ai 98-100 cm/2-3 anni.

Se vostro figlio ha 7 mesi per 68 cm, il marsupio adeguato è lo standard. Avrete svariati mesi (se non addirittura 1 anno) per sfruttarlo e, soprattutto, solo questa taglia permetterà al vostro piccolo il mantenimento della posizione a M. D'altro canto, se il vostro cucciolo è molto alto e a neppure 11 mesi raggiunge già i 78 cm, allora sicuramente gli ci vorrà un toddler.

“Ma lo standard ho paura di usarlo poco”

Questa è la frase tormentone che ci siamo sentiti ripetere tantissime volte. Ma pensateci un attimo: quando il bambino ha più bisogno di essere portato? Quando non cammina. Intorno ai 12 mesi (chi prima o chi dopo), il vostro pargoletto inizierà a camminare e l'uso del marsupio si modificherà.

Vi auguro di portare a lungo e di arrivare fino all'acquisto del preschooler, ma tenete presente che non appena il vostro piccolo inizierà a muovere i primi passi da solo, molto probabilmente vorrà continuare a farlo per esplorare il mondo. I momenti in cui vorrà essere portato nel marsupio si alterneranno ad altri in cui vorrà scendere e trotterellare sulle sue gambette.

Se considerate il tempo effettivo in ore che il bambino trascorre nel marsupio, vi rendete conto che è il marsupio standard quello che viene impiegato più a lungo e quello per cui è più importante che vostro figlio stia comodo e mantenga una posizione ergonomica.

E il toddler allora? Qual è la sua utilità?

Il fatto che i vostri bambini non vengano più portati per tante ore nel marsupio, non significa che non li porterete più.

I marsupi toddler sono ampi, pensati per bambini grandi e struttturati in modo che il peso del bambino non si faccia sentire troppo. La posizione privilegiata del marsupio toddler è sulla schiena, ma ci saranno momenti in cui vostro figlio vorrà essere anche portato davanti. La posizione a M nei toddler sarà meno accentuata rispetto ai neonati, ma anche in questo caso bisognerà rispettare le buone regole del portare in sicurezza.

É forse il portabebé d'elezione per portare i toddler appunto, ovvero i bambini che muovono i primi passi, poiché molto più rapido da indossare e togliere rispetto alla fascia. Questo tipo di marsupio vi permetterà di avere le mani libere, di tenere il vostro cucciolo per mano quando vorrà scendere e sgambettare. Non dovrete perdere tempo a slegare e rilegare, a piegare e dispiegare come la fascia: quando vostro figlio vorrà scendere, vi basterà tenere il marsupio agganciato in vita, e in un attimo poi potrete ricaricare vostro figlio in spalla (o sul davanti).

Anche se difficilmente lo impiegherete in casa mentre fate le pulizie, questo supporto sarà quello delle passeggiate, delle gite fuori porta, delle vacanze. Vi sarà utile quotidianamente quando andate a fare la spesa o se abitate al 3° piano, ma anche per permettere a vostro figlio di fare il suo riposino pomeridiano in braccio a voi mentre siete fuori o semplicemente per addormentarlo senza dover caricare il suo peso non più così piuma sulle braccia.

Probabilmente lo userete più a lungo nel tempo, poiché il tasso di crescita dei bambini dopo i 12 mesi rallenta, pertanto il toddler lo potrete sfruttare da circa i 18 mesi (80 cm di altezza) fino a 3 anni (98-100cm).


“La taglia mi sembra troppo giusta”

Alle volte può capitare che la taglia vi sembri troppo giusta semplicemente perché il marsupio non è indossato correttamente. Controllate che non sia rimasta stoffa sotto il sederino, regolate bene gli spallacci, saltellate tirando la stoffa per assicurarvi che stiate utilizzando tutta quella disponibile.

Un buon marsupio deve coprire almeno i 2/3 della schiena del piccolo e sostenere da cavo popliteo a cavo popliteo. Ma ciò non significa che il piccolo debba nuotare dentro il marsupio o la sua testa sia totalmente coperta dal pannello.

Mai troppo grande, mai troppo piccolo. A ogni età/altezza, il suo.

Acquistereste un paio di scarpe di uno-due numeri più grandi per poterle usare più a lungo nel tempo? No, perché il bambino camminando con scarpe troppo grandi rischierebbe di inciampare e cadere.
Viceversa, fareste mettere a vostro figlio scarpe troppo strette o troppo piccole? No, perché gli farebbero male al piedino.

Ecco, nella scelta del marsupio dovete fare la stessa considerazione. Acquistate un marsupio adeguato all'altezza e all'età del piccolo, nel rispetto della sua fisiologia, tenendo ben a mente i requisiti base per un buon babywearing.

Se il piccolo nel marsupio invece di avere una posizione a ranocchio sembra più una ballerina che fa la spaccata e i suoi piedini anzichè essere paralleli sono perpedicolari al terreno, allora la taglia è troppo grande. Se invece la seduta gli arriva neanche a metà coscia e il pannello gli copre neppure metà schiena, bè è giunto il momento di passare alla taglia successiva.

Prodotti correllati

Share this post

Commenti (0)
No comments at this moment